L'esperienza di Claudia



Una nuova voce risponde o chiama al telefono, una nuova figura è presente nella Sede Avis di Viale Cappuccini e in Ospedale, pronta all'accoglienza e all'assistenza. Sono io, Claudia! Da poco inserita nel gruppo dell'area chiamate del'Associazione.

Dall'11 ottobre del 2017 grazie all'Avis di Casalpusterlengo che collabora con il Servizio Civile Nazionale sto svolgendo l'attività di volontariato la cui durata è di un anno.

Gli obiettivi principali da raggiungere durante quest'anno sono molteplici: la promozione della donazione di sangue tra i coetanei, considerati veicolo della cultura e, più in generale, nella comunità di riferimento e l'impegno nella chiamata, nell'accoglienza e nella fidelizzazione dei donatori al fine di coinvolgerli nel dono del sangue, nel Volontariato e nella Solidarietà.

Il Volontariato di Avis è un volontariato senza il quale il sistema sanitario non potrebbe garantire la salute a tutti i cittadini. Oltre al tema del dono, è importante promuovere e sostenere una cittadinanza attiva e consapevole attraverso le attività di sensibilizzazione nel mondo della scuola, dello sport e dei giovani. Sarò spesso a contatto con queste diverse realtà per informare e sensibilizzare sui temi della salute, dei comportamenti pro-sociali e degli stili di vita da adottare per vivere meglio, insieme. Donare il sangue è un impegno sociale, ma anche un modo per darsi valore all'interno di una società in continuo cambiamento.

Considero la partecipazione come volontaria al Servizio Civile Nazionale in Avis un'occasione ed un'opportunità per contribuire a produrre un bene comune alla collettività. Inoltre ritengo che l'esperienza del Servizio Civile Nazionale sia un importante percorso di crescita personale in cui acquisirò competenze comunicative ed organizzative grazie al supporto e agli insegnamenti del gruppo di Volontari con cui collaboro e grazie all'instaurarsi, al consolidarsi e al mantenimento a lungo termine di relazioni con i donatori, gli aspiranti donatori, gli operatori sanitari e tutti coloro che intervengono nel processo della donazione di sangue.

Sono passati tre mesi dall'inizio di questa nuova esperienza. Tanto è stato fatto, ma tanto è ancora da fare. Ringrazio tutti per la collaborazione.

Claudia